25 aprile: l’arte ricorda in Sicilia la Liberazione

Il mondo artistico ha risposto in Sicilia all’invito dell’Anpi di ricordare con un’opera la Liberazione. Sono decine gli artisti che hanno offerto un contributo con quadri, sculture, foto ma anche con composizioni poetiche. (IL VIDEO CON TUTTE LE OPERE) Tra quelli che hanno partecipato all’iniziativa c’e’ anche un “artista” di cinque anni, Tommaso Coatti, che ha presentato un disegno della madre avvolta dal tricolore. Le immagini delle opere sono state postate nella pagina Facebook “Anpi Sicilia Page”, nella quale sono anche riportate le cerimonie organizzate in vari centri, oltre che a Palermo, davanti ai cippi, alle targhe e alle sepolture dei partigiani siciliani. A Corleone e’ stato ricordato il sindacalista Placido Rizzotto ucciso dalla mafia nel 1948. A Isnello, nelle Madonie, e’ stata deposta una corona di fiori davanti alla lapide che ricorda il partigiano Giovanni Ortoleva fucilato a 19 anni in Piemonte. A Cefalu’ sono stati deposti fiori davanti alla sepoltura di Mauro Zito, il partigiano “Palermo” che con il comandante Barbato (Pompeo Colajanni) partecipo’ alla liberazione di Torino. (ANSA)