Recovery, protesta dei sindaci dell’Agrigentino per esclusione da Pnrr

Venticinque sindaci dell’Agrigentino protestano contro l’esclusione del territorio provinciale da ogni ipotesi di investimento per il miglioramento infrastrutturale all’interno del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza tuttora al varo del governo. Hanno cosi’ deciso di organizzare un flash mob per domani mattina alle 10,30 fuori da Palazzo Chigi. Tra i firmatari della petizione ci sono anche i primi cittadini di Agrigento Franco Micciche’ e Sciacca Francesca Valenti. Sindaci i quali lamentano la mancanza di un progetto di adeguamento ferroviario, di previsioni per l’ammodernamento delle vie di comunicazione, a partire del completamento dell’anello autostradale Gela-Castelvetrano (l’unico tratto che ne e’ tuttora sprovvisto). Segnalano, inoltre, la necessita’ di migliorare le vie di collegamento nell’area interna della provincia, tuttora di competenza del Libero Consorzio che, tuttavia, non ha ne’ progetti ne’ soldi per potere intervenire. “Siamo stanchi – hanno scritto in una nota condivisa – che i provvedimenti governativi continuino a scippare al Sud quelle risorse necessarie che servono per creare le condizioni minime di sviluppo e di crescita essenziali per non avere un’Italia a due velocita’ e per arrestare l’emigrazione di tanti giovani per mancanza di lavoro e di opportunita’”. (ANSA)