Torre Salsa, ripristinate le strade d’accesso della riserva naturale

Ripristinate le strade d’accesso della riserva naturale di Torre Salsa. Tornano praticabili gli ingressi di Omomorto, Cannicella e Pantano. Un progetto specifico, invece, si sta elaborando per contrada Eremita interessata da fenomeni franosi. Significativi interventi per il miglioramento della viabilità sono stati realizzati grazie a un accordo tra il comune di Siculiana, il Wwf (ente gestore) e Ritempra (la società che sta realizzando un resort in una zona confinante con la riserva). Di “un accordo importante che apre una nuova stagione di confronto e collaborazione per rendere la riserva più accessibile e avviare un percorso di valorizzazione di un patrimonio naturale senza eguali”, ha parlato il sindaco di Siculiana e presidente dell’Unione dei Comuni di Bovo Marina, Eraclea Minoa e Torre Salsa Peppe Zambito. “Con un sopralluogo nella riserva – ha spiegato – abbiamo dato l’avvio ad un confronto che porterà alla redazione del piano di utilizzo della zona B. Un percorso lungo che vedrà il coinvolgimento del Wwf, degli operatori economici, ma soprattutto dei piccoli proprietari, veri protagonisti di un programma di sviluppo eco-sostenibile. Insieme al direttore della riserva Alessandro Salemi è stato un piacere confrontarsi con Angelo Cantoni, agronomo ed esperto in progettazione di aree protette con il quale abbiamo condiviso idee e ipotesi di lavoro. Verrà avviata una prima attività di ascolto rivolta a tutti i soggetti interessati alla valorizzazione della riserva per un progetto condiviso e partecipato”.