Eraclea Minoa, interrogazione di Piro su promozione e servizi per i turisti

Riceviamo e pubblichiamo interrogazione con risposta scritta del capogruppo dell’opposizione consiliare di Cattolica Eraclea Pietro Piro avente per oggetto la “Promozione dell’immagine turistica di Minoa Eraclea”.

Carissimo Sindaco, come è notorio la nostra azione politica si è sempre caratterizzata come un’opposizione costruttiva che tiene il Paese al centro, nell’esclusivo interesse dei cattolicesi e di Cattolica Eraclea tutta. Apprendiamo dai giornali e da siti web provinciali e locali della lodevole iniziativa dell’Amministrazione Comunale di promozione dell’immagine della splendida spiaggia di Minoa Eraclea e del costone di Capo Bianco presso l’aeroporto di Bergamo.

Condividiamo in toto l’iniziativa, ma, senza alcuna polemica, chiediamo alla S.V., come si concilia con ciò l’impatto visivo ai potenziali turisti:

  1. dell’ingresso di Minoa Eraclea con il manto stradale divelto e indecoroso (Via Tutelina – Viale Minosse) e delle numerose buche presenti nei Viali Minosse ed Eracle;
  2. delle periodiche difficoltà a transitare a piedi in alcuni tratti di strada, che, talvolta, si trasformano in torrenti perché privi di pozzetti di raccolta d’acqua piovana e di condotta di smaltimento nel boschetto limitrofo;
  3. dell’acqua potabile che per giorni fuoriesce dalle strade a causa dell’intempestivo intervento di Girgenti Acque sulla condotta idrica, periodicamente rotta;
  4. della mancata attivazione del servizio di pulizia delle strade e della spiaggia;
  5. della mancata osservanza delle ordinanze relative al taglio dei rami degli alberi e delle piante che invadono la sede stradale.

E infine, come si concilia la pregevole promozione turistica della nostra zona balneare, che, a causa della mancata redazione del Piano di Recupero, è rimasta bloccata per qualsivoglia attività edilizia, oltre che stralciata nell’iter di approvazione del P.R.G. in cui era prevista la sua trasformazione urbanistica da zona agricola E a zona B? Nel ritenere che l’attrazione e la competitività turistica non dipendano solo ed esclusivamente dalle imprescindibili  bellezze del nostro territorio, doni della natura, ma anche dalla  capacità delle amministrazioni di combinare a questi  elementi  naturali  la disponibilità  e la fruibilità delle infrastrutture e dei servizi, oltre che l’accessibilità dei luoghi: considerato ciò, contestualmente alla promozione turistica della spiaggia e del costone roccioso, riteniamo sia il caso anche di pensare alla risoluzione in primis dei “problemi” su rappresentati; dunque

SI CHIEDE un’adeguata informazione,  con risposta scritta,  riguardo ai provvedimenti che  si intendono intraprendere per accogliere nel migliore dei modi i  potenziali turisti che  vorranno visitare e ammirare la nostra Minoa Eraclea”.