Lucca Sicula, commemorato il sindacalista Paolo Bongiorno ucciso dalla mafia 61 anni fa (VIDEO)

Commemorato ieri a Lucca Sicula il sindacalista Paolo Bongiorno ucciso dalla mafia il 27 settembre 1960. L’iniziativa è stata promossa in occasione del 61° anniversario del delitto, è stata anticipata di un mese per consentire la partecipazione dei figli della vittima emigrati a Firenze e in questi giorni presenti in paese. Il sindaco Salvatore Dazzo ha donato una pergamena con la poesia dal titolo “A Paolo Bongiorno” scritta dal poeta Fabio Strinati e alcuni cenni storici ai familiari. La pergamena è stata affissa anche nel palazzo Lo Cascio. Al termine della sobria cerimonia nel palazzo municipale, una visita al cimitero per la deposizione di fiori sulla tomba di Paolo Bongiorno. A farsi promotore, in questi anni, di diverse iniziative in ricordo del sindacalista originario di Cattolica Eraclea il nipote Salvatore Bongiorno, attivista politico che ha anche ricoperto il ruolo di consigliere e assessore comunale.

Per saperne di più è possibile scaricare il libro “Delitto alle elezioni – Paolo Bongiorno, sindacalista ucciso dalla mafia” di Calogero Giuffrida.