Sciacca, Diana Toto e la sua ‘’arte come risposta alla cattiveria’’ (VIDEO)

“Oggi è la Giornata delle persone altamente sensibili, dette anche P. A. S.. Sono sempre stata sensibile fin da piccola, a volte la vita ti mette davanti dei burroni da saltare e capita che mentre lo fai cadi e ti fai male, molto male. Allora ti alzi e continui a camminare anche se sei dolorante. Qualche anno fa ho avuto un brutto attacco di panico, mi sono sentita morire anzi pensavo di morire perché questa è la sensazione che si prova. Da quel giorno la mia percezione delle cose è aumentata ancora di più. Le persone altamente sensibili sono il 20 % della popolazione mondiale. Quello che ho passato lo ha reso ancora di più.

Penso che quello che ti capita nella vita serva a farti aprire gli occhi su tante cose. Soprattutto ho capito come le persone preferiscano giudicare con superficialità perché conoscere implica più impegno e sforzo e invece giudicare è più facile e fa sentire migliori. Ho capito che quando stai male troverai poche persone vicine, quelle vere, quelle giuste. Ho capito quanta cattiveria ci sia nella gente che non vede l’ora di vederti stare male per infierire ancora di più e girare il coltello nella piaga. Questo mi è servito a togliere le maschere alle persone. Con me non puoi mentire perché lo capisco. La cattiveria fa parte dell’uomo, il diavolo non esiste perché loro stessi sono diavoli. Ma li ringrazio perché mi hanno guarito dall’ingenuità, dal non vedere il male nella gente come facevo prima.

L’arte per me rappresenta la bellezza di questa vita, mi piace che l’energia vitale che la gente ha cercato di togliermi, sia trasmessa dalle mia creazioni. Ogni mia espressione è creazione, dipingere, cucire, ballare, è energia creativa che mi emoziona e la dona agli altri. Quando le persone guardano i miei lavori e mi dicono che hanno avvertito una forte energia vitale vuol dire che gli ho dato ciò di cui ho bisogno, la vita che gli altri mi hanno tolto”. Lo ha scritto oggi su facebook, in occasione della Giornata delle persone altamente sensibili, l’artista saccense Diana Toto che fino al 10 ottobre al Circolo di Cultura di Sciacca espone le sue opere nell’art show “Forme dell’identità”.