Covid, sindaco Sant’Agata di Militello: ”Troppi contagi, riapertura scuole il 17 gennaio”

Differita al 17 gennaio la riapertura delle scuole di ogni ordine e grado, compresi asili nido, pubblici e privati, nei Comuni del distretto sanitario di Sant’Agata di Militello. Chiusi fino al 16 gennaio anche circoli ricreativi e ludoteche. La decisione, presa d’intesa da tutti i sindaci del comprensorio dopo aver sentito i dirigenti scolastici e aver acquisito il parere del locale dipartimento di Igiene, è legata alla nuova ondata di contagi, “i cui numeri sono difficilmente valutabili ma estremamente preoccupanti per la percentuale elevatissima di positivi che viene individuata tra i soggetti in età scolare”.

Per i primi cittadini “l’effetto dei contagi all’interno della ‘comunità’ classe porterebbe sicuramente a un incremento della pandemia” con gli inevitabili assembramenti che rischiano di “provocare gravi ripercussioni nella trasmissione del contagio anche nei servizi del trasporto pubblico”. “Nei giorni scorsi si è registrato un ulteriore aumento dei soggetti positivi nel nostro comune – spiega Bruno Mancuso, sindaco di Sant’Agata di Militello -. Pare che nessuno abbia una sintomatologia importante e non ci risultano persone ricoverate”. Nel Comune del Messinese gli attuali positivi sono 120. “L’incremento delle positività nei soggetti giovani e di età scolare – conclude – ci ha indotti a un differimento della ripresa delle lezioni in presenza, con attivazione della Dad, al 17 gennaio 2022, in attesa di valutare l’evoluzione dei contagi”. (Adnkronos)