Rifiuti, sarà ampliato entro l’anno centro di compostaggio di Sciacca

È attesa la convocazione della conferenza di servizi al Dipartimento Acqua e Rifiuti della Regione alla quale
seguirà il decreto che finanzia l’ampliamento del centro di compostaggio di Sciacca. L’impianto, pubblico, è autorizzato – si legge sul Giornale di Sicilia – a ricevere 14 mila tonnellate di rifiuti dai 17 comuni che vi  conferiscono ed a seguito dell’ampliamento si passerà a 28 mila tonnellate. Raddoppiare il quantitativo
che sarà possibile trattare consentirà di risolvere, definitivamente, i problemi per il trattamento della frazione umida dei rifiuti. L’impianto di contrada Santa Maria è gestito dalla società Sogeir Impianti. La Regione si è assunta interamente l’onere della spesa per l’ampliamento del centro di compostaggio di Sciacca. E’ stato pubblicato nei mesi scorsi il decreto con il quale il Dipartimento Acqua e Rifiuti copre anche la somma di 1,3 milioni di euro che era stata garantita dalla Srr Agrigento e dunque dai comuni, in quota, sulla base della partecipazione alla società.

Questo sgrava del tutto i comuni dal peso economico per la realizzazione di questi lavori. La spesa prevista è di 5 milioni di euro. I 17 comuni sono Sciacca, Ribera, Alessandria della Rocca, Bivona, Burgio, Calamonaci, Caltabellotta, Cattolica Eraclea, Cianciana, Lucca, Menfi, Montevago, Santa Margherita Belice, Santo Stefano di Quisquina, Sambuca, San Biagio Platani e Villafranca Sicula. I lavori avranno una durata di circa 9 mesi. Essendo andato in deroga l’assoggettamento alla valutazione di impatto ambientale, il quantitativo di conferimenti annui sarà esteso da 75 tonnellate giornaliere a 150 e da 14 mila tonnellate attuali a 28 mila. Quindi, esattamente il doppio rispetto alla capacità attuale. A Sciacca crescono le percentuali della raccolta differenziata e si viaggia ormai a circa 85 per cento di raccolta differenziata. Nel 2021 non ci sono stati momenti di crisi nelservizio diraccolta come negli anni passati. L’ampliamento del centro di compostaggio, però, metterà al sicuro un vasto territorio.