Terremoti, sindaci del Belìce: negati fondi per la ricostruzione

Nessuna somma stanziata nella legge di bilancio per completare la ricostruzione delle case e delle opere pubbliche nel Belìce. Il cinquantaquattresimo anniversario del terremoto della Valle – che ricorre il 14 gennaio – sara’ sottotono per i sindaci dei 21 comuni. “E’ l’ennesima vergogna che si e’ perpetrata nei confronti di questo territorio a fronte di un impegno preciso preso dal Governo nella persona del viceministro Cancellieri – ha detto il coordinatore dei sindaci Nicola Catania, primo cittadino di Partanna – Non sono bastate le missioni a Roma e le riunioni; alla fine il Governo si e’ dimenticato di noi”. Per il completamento della ricostruzione necessitano ancora 176 milioni di euro per completare le prime case private e una somma stimata in 150 milioni per le opere pubbliche. (ANSA)