Pensioni, Orlando: riforma in tempi relativamente brevi

“Questo primo incontro e’ la prosecuzione del lavoro che abbiamo impostato con il metodo del dialogo sociale e che deve portare in tempi relativamente brevi ad interventi di riforma. Definiremo un calendario di incontri con i quali affronteremo tre questioni principali”, della flessibilita’ legata alla natura contributiva e all’equilibrio finanziario, delle prospettive per i giovani e per coloro che rischiano di avere pensioni “non adeguate” e della previdenza complementare. Lo ha detto, a quanto si apprende, il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, introducendo la riunione con i sindacati sulla riforma delle pensioni. Il primo tema, ha indicato Orlando, “e’ relativo alla questione della flessibilita’ legata alla natura contributiva e all’equilibrio finanziario del sistema che deve tenere conto delle diverse aspettative di vita, delle caratteristiche del lavoro, del lavoro di cura e domestico delle donne. Il secondo tema e’ quello della prospettiva del sistema: cosa succede ad una larga fascia di lavoratori, non solo giovani, che per una serie di fattori, la discontinuita’ dell’attivita’ lavorativa, la mancata crescita dei salari, arrivera’ all’eta’ della pensione con pensioni che rischiano di non essere adeguate. La terza questione – ha proseguito il ministro – e’ quella relativa al funzionamento del sistema integrativo e complementare”. (ANSA)