Rifiuti, Di Caro (M5s): ”Montallegro contro impianto biogas, governo Musumeci ascolti istanze del territorio”

“Nonostante la contrarietà del Comune di Montallegro, il governo Musumeci potrebbe autorizzare la realizzazione, nel piccolo centro agrigentino, di un impianto di biogas che potrebbe sorgere in prossimità del centro abitato”. Così il parlamentare regionale del Movimento Cinque Stelle, Giovanni Di Caro interviene su quello che defnisce il ”paradossale braccio di ferro che a Montallegro vede contrapposti la Regione e il Comune”.

“Il progetto – continua Di Caro – è datato 2017 ed è stato avanzato dalla ditta Catanzaro che è anche la titolare della discarica di Siculiana. L’impianto che dovrebbe trasformare in gas i fiuti godrebbe dei pareri autorizzativi che però – aggiunge il parlamentare agrigentino – sono stati rimessi in discussione dal Comune che punta l’indice sui potenziali rischi per la popolazione.

La parola dunque – scrive ancora Di Caro – passa alla Regione che però non può non tenere conto della volontà dei sindaci, per questo motivo ho richiesto un’audizione urgente in commissione parlamentare Territorio e Ambiente alla presenza dell’assessore dell’Energia e Servizi di Pubblica Utilità, del dirigente generale del dipartimento Acque e Rifiuti, dell’assessore Territorio e Ambiente, del dirigente generale del dipartimento Urbanistica e infine del sindaco di Montallegro.

La giunta – ribadisce il deputato regionale – non può decidere di superare il parere del Comune dando un via libera d’imperio al progetto. Il caso rischia di diventare un precedente molto pericoloso. La giunta regionale – conclude Giovanni Di Caro – potrà anche approvare i progetti per i due termo valorizzatori che il governo intende realizzare per smaltire la parte indifferenziata dei rifiuti, in barba all’eventuale dissenso dei territori”.