False arance Ribera dop scoperte in market, scatta il sequestro

False arance di Ribera dop, di provenienza non certificata e lavorate da aziende non autorizzata e distribuite nelle piattaforme della gdo sono state scoperte dai funzionari dell’Ispettorato Centrale della Tutela e della Qualita’ e Repressioni Frodi dei prodotti Agroalimentari della Sicilia (ICQRF), insieme agli agenti vigilatori incaricati dal Consorzio di tutela Arancia di Ribera DOP, hanno effettuato in aziende che lavorano le arance. Nell’azienda di lavorazione, ubicata al di fuori del territorio di produzione, l’ispezione ha permesso di verificare la provenienza e tracciabilita’ delle arance, l’assenza delle relative autorizzazioni per la lavorazione della produzione di Arancia di Ribera Dop, la destinazione nelle piattaforme della GdO. I funzionari hanno redatto i verbali cui seguira’ l’eventuale irrogazione delle sanzioni. In due supermercati, i funzionari hanno accertato la presenza sugli scaffali di merce etichettata come Arancia di Ribera DOP confezionata in centri non autorizzati, mentre presso il centro distribuzione della GdO, gli agenti dell’ICQRF Sicilia hanno effettuato un sequestro amministrativo dei lotti di arance di Ribera DOP non conformi per merce confezionata fuori areale di produzione, come previsto dal disciplinare di produzione, dice una nota del consorzio di tutela Arancia di Ribera Dop. (ANSA)