Omicidio a Raffadali, scuola: ”Gabriele era un alunno dolcissimo, gli volevamo bene”

“Addio Gabriele. All’indomani di una gravissima strage che ha addolorato tutta la Comunità scolastica, il nostro Istituto viene scosso dalla tragica notizia di un altro folle e mortale gesto commesso dal padre nei confronti del proprio figlio. Gabriele Rampello di Raffadali era un alunno dolcissimo che ha frequentato la nostra scuola fino a qualche anno fa. Iscritto nel corso Mat, ogni mattina arrivava col pulmino della Comunita’ di Licata che lo ospitava. Si faceva voler bene da tutti, aveva i suoi problemi ma era calmo, educato e gentile, amava parlare della sua mamma e del suo papà perché gli mancavano tanto”. Con queste parole l’Istituto Fermi di Licata (Agrigento) ricorda Vincenzo Gabriele Rampello, il 24enne ucciso ieri a colpi di pistola dal padre poliziotto. “Aspettava con ansia l’arrivo del giorno in cui la mamma veniva a trovarlo, spesso di martedì, e di un maledetto martedì la sua giovane vita è stata stroncata, freddato dalla mano del padre che invece avrebbe dovuto proteggerlo ed amarlo. Addio Gabriele resterai sempre nei nostri cuori”. (Adnkronos)