Frode sull’Iva a Porto Empedocle, sanzioni a impresa

I funzionari dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli di Porto Empedocle hanno accertato la violazione della disciplina fiscale relativa alle cessioni intracomunitarie e del corretto utilizzo del plafond, compiuta da una ditta della provincia di Caltanissetta, attiva nel settore della commercializzazione di prodotti agroalimentari, che godeva dello status di operatore economico autorizzato (Aeo). Durante le operazioni di verifica, e’ stato constatato che l’azienda era priva della documentazione necessaria per attribuire il carattere intracomunitario alle cessioni delle merci e pertanto si e’ proceduto all’applicazione dell’ordinaria tassazione Iva su determinate transazioni commerciali a cui non era stata assoggettata l’imposta, accertando, cosi’, maggiori diritti per circa 100 mila euro, con la conseguente irrogazione delle sanzioni previste fino a un massimo di 360 mila euro. (AGI)