Scuola: concorso contro bullismo, boom di adesioni in Sicilia

“Accendere l’Arte, spegnere il bullismo”: e’ questa la call to action che ispira il concorso creativo nazionale ideato e promosso da Convy, la Societa’ Benefit milanese che ha ideato Convy School, la prima App contro le vessazioni fra ragazzi. Un progetto che ha gia’ al suo attivo numeri importanti a livello nazionale: 400 scuole, 90 mila studenti, oltre 5 mila docenti e ben 80 mila famiglie coinvolte. Ma soprattutto, una rassegna creativa con un regista d’eccezione, il noto fotografo Maurizio Galimberti, che presiedera’ la giuria. “Questo concorso nasce con l’obiettivo di far capire ai ragazzi che bullismo e cyber bullismo possono essere visti anche lo sguardo positivo e la forza creativa di chi sa e vuole reagire facendo leva sulla potenza dell’arte e della creativita’ e sul senso di appartenenza al gruppo”, racconta Giovanna Chiesa, Ceo di Convy. “Oggi sono piu’ di 400 le scuole che hanno aderito al progetto e che stanno rispondendo con grande entusiasmo al nostro appello”. La Sicilia (17%) e’ prima dopo la Campania (18%) fra le Regioni italiane per numero di Istituti Scolastici aderenti: nella Top 5 delle province si classifica prima Enna (34%) seguita da Trapani (19%), Palermo (11%), Catania, Messina e Siracusa (8%), e infine Agrigento, Caltanissetta e Ragusa (5%). A completare la Top 5 regionale ci sono Lombardia (12%), Puglia (11%) e Lazio (7%). Le migliori opere realizzate dagli studenti verranno selezionate dalla giuria ed esposte nel corso di una mostra fotografica che si terra’ in autunno a Milano, in concomitanza all’asta per gli NFT vincitori. (ANSA).