Sciopero personale Asu Beni culturali, sit-in alla Valle dei Templi (VIDEO)

“Chiediamo l’integrazione oraria in attesa della stabilizzazione”. Lo dicono i lavoratori Asu dei Beni culturali che hanno proclamato tre giorni di sciopero in tutta la Sicilia. Nel video il sit-in dei lavoratori alla Valle dei Templi di Agrigento, Vivian Infantino spiega le ragioni della protesta.

Scrivono i sindacati di categorie: ” La Regione Siciliana e nello specifico l’Assessorato Regionale dei Beni Culturali nonostante gli obblighi inderogabili di legge non ha provveduto ancora a predisporre un programma di fuoriuscita per il personale di che trattasi persistendo nell’ingiustificata inadempienza in ordine a quanto previsto dalla normativa nazionale e regionale vigente in materia di personale ASU Da Luglio 2021 ad ora previ incontri con il Dipartimento Regionale dei Beni Culturali , si è certato invano, nelle more della definizione dei processi di stabilizzazione di garantire a detto personale ASU , un’integrazione salariale nel rispetto delle disposizioni di cui all’art. 8 del Dlgs. 468/97. Nell’ultimo incontro tra le scriventi OO.SS. e il Dipartimento Regionale dei Beni Culturali avvenuto in data 06/06/2022 sempre nell’ottica collaborativa e costruttiva , al fine di superare le criticità finanziarie in ordine alla concessione di un’integrazione salariale del personale ASU in parola, su richiesta delle scriventi OO.SS. , il Dirigente Generale del Dipartimento Regionale dei Beni Culturali , nonché il Capo di Gabinetto dell’Assessorato Regionale dei Beni Culturali erano addivenuti alla decisione condivisa di convocare “a stretto giro di posta” Il Dirigente Generale del Dipartimento Lavoro ed il Ragioniere Generale della regione Siciliana , ma , in atto , nonostante l’impegno assunto dagli “attori istituzionali” citati non solo nei confronti delle OO.SS. ma anche e soprattutto nei confronti dei lavoratori utilizzati , si rimane incomprensibilmente ancora in attesa di un risolutivo incontro .
E’ intollerabile ad avviso delle scriventi OO.SS. la superficialità e la scellerata “leggerezza” con le quali sia il Dipartimento Regionale dei Beni Culturale e l’Assessorato Regionale dei Beni Culturali affrontano le sorti di 280 nuclei familiari che devono vergognosamente vivere con appena 600 euro mensili , ragion per cui le scriventi OO.SS: CHIEDONO CON FORZA LE DIMISSIONI DELL’ASSESSORE REGIONALE DEI BENI CULTURALI DOTT. ALBERTO SAMONA’ E DEL DIRIGENTE GENERALE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DEI BENI CULTURALI DOTT. CALOGERO FRANCO FAZIO e PROCLAMANO per tutto quanto sopra esposto LO SCIOPERO DI TUTTO IL PERSONALE ASU IN SERVIZIO PRESSO I SITI CULTURALI SICILIANI , per MERCOLEDI’ 22 GIUGNO 2022, GIOVEDI’ 23 GIUGNO 2022 e VENERDI’ 24 GIUGNO 2022 .