Migranti: tornano a Lampedusa dopo respingimento, 7 arresti

Sette tunisini sono stati arrestati, dagli agenti della Squadra mobile di Agrigento perché rientrati in Italia, attraverso la frontiera marittima di Lampedusa, nonostante il decreto di respingimento. Su disposizione del sostituto procuratore di turno sono stati posti ai domiciliari, all’interno dell’hotspot, in attesa dell’udienza di convalida. Nei giorni scorsi, sempre i poliziotti della Mobile avevano arrestato, per lo stesso motivo altri 9 tunisini. Sistematicamente, attraverso la verifica sulle fotosegnaletiche e la banca dati delle impronte digitali, la Mobile riesce a scovare, a prescindere dal nominativo dichiarato al momento dello sbarco, quanti rientrano nonostante espulsione e respingimento. (ANSA)