Pensioni, Landini: se necessario scenderemo in piazza

“Se necessario ci mobiliteremo, scenderemo in piazza perché le politiche economiche che il governo deve fare non sono quelle dell’autonomia ma le riforme di cui questo Paese ha bisogno, a partire dalla riforma fiscale, il superamento della precarietà, occorre creare investimenti per creare lavoro, e serve una crescita reale dei salari e delle pensioni”. Lo ha detto il leader della Cgil, Maurizio Landini, a margine del congresso regionale della Cgil Puglia. Secondo Landini, bisogna “fare degli investimenti, investire sulla sanità, mettere soldi”, perché “sono stati tagliati 37 miliardi in passato”, e “investire nella sanità pubblica non quella privata”. Occorre “fare assunzioni, garantire assistenza nel territorio e superare la precarietà, non tornare ai voucher, e stabilire dei diritti nel lavoro”, ha concluso. (ANSA)