Sicilia: Ars approva norma precari Asu, governo sotto 2 volte

Passa all’Ars la norma del ddl stabilità (art.6) che aumenta le ore di lavoro fino a un massimo di 36 settimanali, e dunque, il sussidio, di oltre 3.500 precari Asu impegnati nei beni culturali e negli enti locali, esclusi quelli impegnati del privato sociale. Il governo però è andato sotto su due sub-emendamenti delle opposizioni che costringono il governo, che aveva espresso parere contrario così come la commissione Bilancio, a stanziare i fondi non solo per il 2023 ma anche per il 2024 e il 2025 per gli Asu dei beni culturali e per quelli enti locali. Il primo sub-emendamento ha avuto 29 voti a favore e 26 contrari, il secondo 31 a favore e 30 contro. “Sono soddisfatto per l’approvazione della norma Asu in aula perché ci eravamo impegnati già in campagna elettorale per raggiungere questo importante obiettivo – dice il capogruppo della Dc all’Ars, Carmelo Pace – Così come è importante che il governo in aula ha ribadito la volontà di procedere con la stabilizzazione di questi precari, che aspettano da troppi anni”. (ANSA)