2 Dicembre 2023
Agrigento e ProvinciaTurismo

Nasce la prima ippovia in Sicilia: 14 tappe dai monti Sicani alla foce del Platani, al via iter per affidamento lavori

Nascerà nell’Agrigentino la prima ippovia di Sicilia, sarà infrastrutturata a 14 segmentazioni e, ad anello, attraverserà l’intero territorio dell’Area interna Sicani. Sono già in corso le procedure di affidamento dei lavori, per oltre 150 mila euro, per la realizzazione dell’ippovia che rientra nel più ampio progetto denominato “Sistema turistico integrato Info Point Sicani” finanziato con i fondi del Po Fesr 2014/2020. Il progetto dovrebbe andare in porto entro fine anno.

Il percorso attrezzato per cavalli e cavalieri attraverserà i territori comuni di: Bivona, Santo Stefano Quisquina, Alessandria della Rocca, San Biagio Platani, Cianciana, Cattolica Eraclea, Montallegro, Calamonaci, Villafranca Sicula, Lucca Sicula e Burgio. “Gli investimenti in questi sentieri – viene spiegato nella relazione tecnica del progetto – trovano una giustificazione nella ricchezza di soggetti locali specializzati nell’organizzazione di escursioni e passeggiate. Nel territorio che va dai Monti Sicani alla foce del Platani sono operative diverse associazioni specializzate nell’equiturismo. Obiettivo dell’intervento è quello di allestire un percorso funzionale che intercetti la totalità dei comuni interessati dal programma. Saranno realizzati percorsi e circuiti certificati, ricercando le peculiarità del territorio e dei siti di interesse culturale, ambientale ed anche dei prodotti dell’artigianato tipico, artistico e dell’agroalimentare locale.

L’intero percorso, una volta effettuato il rilievo esecutivo, sarà allestito con pietre miliari/cippi con incastonate mattonelle in ceramica indicative del percorso e del programma di finanziamento, paletti segnavia, segnaletica in legno, tabelloni del Distretto Rurale Qualità Sicani descrittivi del percorso, poste amovibili, capannine per cavalieri amovibili e box per cavalli amovibili. La strutturazione fisica del percorso consentirà una fruizione libera ed agevole dei fruitori.

“Si tratta di un progetto importante – dice il sindaco di Montallegro, Giovanni Cirillo, appassionato di cavalli –  che avevo seguito già quando ero consigliere comunale, nel quale la nostra fascia costiera, da Torre Salsa alla foce del Platani passando per Bovo Marina ed Eraclea Minoa, giocherà un ruolo da protagonista insieme ai comuni dell’area interna. Un percorso che catapulta nelle bellezze del nostro territorio i tanti turisti che scelgono il cavallo quale compagno di viaggio delle proprie vacanze unendo ad anello tutti i comuni delle aree interne”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da L’operAmmare (@loperammare)