14 Aprile 2024
Agrigento e ProvinciaAmbiente

Giardino della Kolymbetra, sopralluogo del Servizio Fitosanitario per monitorare la salute degli alberi

”La salute dei nostri alberi ci sta a cuore. Riprendono le attività annuali di monitoraggio e controllo dei parassiti degli agrumi e dei numerosi alberi da frutto al Giardino della Kolymbethra”. È stato effettuato stamattina un sopralluogo del Servizio Fitosanitario Regionale di Agrigento diretto dal dott. Angelo Montante, accompagnato dagli Ispettori Fitosanitari Vito Mercadante e Onofrio Nina.

Per il FAI erano presenti i giardinieri Vincenzo Traversa ed Antonino Cuffaro. Insieme a loro il dott. Giuseppe Lo Pilato, Responsabile Gestione Agronomica che coordina i lavori di difesa delle colture di questa antica, quanto preziosa, area agricola storica. ”Attualmente – si kegge in una nota –  le piante prossime alla fioritura sono in ottimo stato tecnico colturale e fanno ben sperare per le future produzioni. Sono stati inoltre programmati alcuni interventi tecnici per la prevenzione del Malsecco degli agrumi, una delle più temibili patologie crittogamiche capace di arrecare gravissimi danni, soprattutto sui limoni.

La collaborazione tra il FAI – Giardino della Kolymbethra e il Servizio Fitosanitario Regionale fa capo ad una Convenzione sottoscritta nel dicembre 2022 tra il Direttore Generale del FAI, dott. Davide Usai, e il Direttore Generale del Dipartimento Agricoltura della Regione Siciliana, dott. Dario Cartabellotta.

A dare inizio la visita del Direttore del Servizio Regionale dott. Domenico Carta in cui è stato deciso il piano di lavoro specifico per la Kolymbethra. Nel corso del 2023, suo primo anno di applicazione, sono stati eseguiti i monitoraggi della Mosca orientale della frutta, di HLBbatterio del greening e di Aleurocanthusspiniferus, e i controlli analitici di laboratorio su campioni vegetali prelevati da piante di arancio, per verificare la presenza del Virus della Tristezza degli agrumi, e su piante plurisecolari di olivo, per verificare la presenza di Xylella fastidiosa, il batterio che sta distruggendo gli oliveti pugliesi.

Grazie alla collaborazione del Servizio Fitosanitario di Agrigento, nessuna di queste temibili malattie dagli effetti distruttivi è stata riscontrata nel nostro giardino, anche quest’anno avremo modo di tenere sotto controllo il suo stato di salute e di intervenire tempestivamente in caso di necessità, questi alberi con la loro antica storia vanno conservati per il futuro, dove si avrà sempre bisogno dei loro intensi profumi e sapori”.