22 Maggio 2024
Agrigento e ProvinciaPolitica

Cattolica Eraclea tra i Comuni virtuosi in Protezione civile

Si è svolta oggi  al Centro fieristico “Sicilia Fiera” a Misterbianco, nel Catanese, la prima “maratona” dei sindaci dei Comuni virtuosi in protezione civile della Sicilia orientale e occidentale.

La manifestazione regionale, voluta e coordinata dal direttore generale della Protezione civile Salvo Cocina, a cui hanno partecipato rappresentanti delle istituzioni, delle Prefetture, del Corpo forestale della Regione Siciliana, dei comandi dei Vigili del fuoco, ha invitato i sindaci a confrontarsi e mettere in evidenza i punti di forza e di debolezza del proprio sistema locale di protezione civile.

”Il comune di Cattolica Eraclea – si legge in un post del sindaco Santino Borsellino – presente ad una serie di tavole rotonde tra sindaci della Sicilia occidentale e orientale. Questa mattina è stato ritirato un attestato di merito, dato ai Comuni che si sono distinti per la migliore attitudine nella gestione e nel superamento delle emergenze sul proprio territorio e per il supporto prestato ad altri Comuni. L’assessore Avv. Pietro Piro nel suo intervento ha approfittato della presenza del Direttore generale Ing. Cocina per rappresentare il dramma che Eraclea Minoa sta vivendo a causa della frana, purtroppo ancora in corso, chiedere un aiuto economico per la messa in sicurezza”.

Ai Comuni virtuosi sono stati consegnati attestati di merito articolati secondo tre tipologie. La menzione speciale per la gestione e il potenziamento delle strutture e dei mezzi di protezione civile è stata assegnata ai Comuni che si sono distinti per la migliore organizzazione delle strutture e il miglior utilizzo dei mezzi.

La menzione speciale “emergenza” per i Comuni che si sono distinti per la migliore attitudine nella gestione e nel superamento delle emergenze sul proprio territorio e per il supporto prestato ad altri Comuni.

Infine la menzione speciale “volontariato amico” per il Comune che si è distinto per la valorizzazione del volontariato di protezione civile e di quello ambientale, sanitario e di promozione sociale nell’ottica di formare una comunità più resiliente, coesa e solidale attenta agli obiettivi di sostenibilità indicati nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.