SHARE

Una pala meccanica ha “cancellato” altre dune “tutelate dalla comunità europea” ad Eraclea Minoa e anche una parte di bosco “per fare spazio ad un ristorante” sulla spiaggia. A denunciarlo, pubblicando ieri foto e video su Facebook e richiamando anche l’attenzione dei media nazionali, è stata l’associazione ambientalista MareAmico di Agrigento, presieduta da Claudio Lombardo già protagonista di diverse denunce a tutela del territorio e del litorale agrigentino.

Lombardo parla “dell’ennesimo scempio ambientale in provincia di Agrigento” ma spiega comunque che i titolari del nuovo stabilimento balneare tra Eraclea Minoa e Bovo Marina, ricadente nel territorio di Montallegro al confine con Cattolica Eraclea, “hanno tutte le autorizzazioni del caso”. Sul posto sono intervenuti per un sopralluogo i carabinieri della stazione di Montallegro e gli uomini del corpo forestale che probabilmente faranno verifiche e accertamenti su autorizzazioni e interventi, anche se tutto sembra essere in regola.