Elezioni 2017 a Cattolica Eraclea, il sindaco Termine non ha ancora sciolto la riserva sulla sua ricandidatura

“Faremo una riunione nel corso di questa settimana e dirò qual è la mia posizione all’interno del partito”: non ha ancora sciolto la riserva sulla sua ricandidatura il sindaco di Cattolica Eraclea Nicolò Termine (Pd), che in questi giorni incontrerà il suo partito e la maggioranza che lo sostiene per discutere della elezioni amministrative di primavera. “Mi pare opportuno dire in quella sede quello che devo dire”, ha detto il primo cittadino non anticipando nulla sulla sua decisione. Intanto, pare che nel Pd altri ambiscano a candidarsi a sindaco, si fanno i nomi dei consiglieri comunali Giuseppe Giuffrida e Giuseppe Vizzi. Non sarà semplice trovare una candidatura ampiamente condivisa nel Pd, se non si dovesse trovare una candidatura unitaria i dem organizzeranno probabilmente le primarie come avvenuto negli altri centri andati al voto nei mesi scorsi non solo in Sicilia.

oriettamatoSul fronte opposto – in quello che una volta era il centrodestra – ancora non sembrano esserci rose di nomi in circolazione, non è da escludere che possa decidere di scendere in campo con una lista civica l’attuale capogruppo dell’opposizione Orietta Amato, il suo nome sembra tra quelli più quotati. Tra i nomi in circolazione come possibile candidato sindaco anche quello dell’avvocato Angela Spagnolo. Nel frattempo si parla anche di possibili “larghe intese” o “alleanze trasversali”.

m5scattolicaPer quanto riguarda il Movimento 5 stelle cattolicese non sembrano esserci particolari novità sulla possibile candidatura al sindaco. I pentastellati cattolicesi sarebbero comunque intenzionati a proporre un loro candidato. “Siamo pronti”, avevano fatto sapere gli attivisti M5s qualche mese fa galvanizzati dalle vittorie pentastellate a Favara e a Porto Empedocle dove sono state elette rispettivamente Anna Alba e Ida Carmina. Ma ancora, ufficialmente, nessun passo avanti.

Elezioni amministrative 2017, sono 11 i comuni della provincia di Agrigento chiamati al voto per il rinnovo dei sindaci e dei consigli comunali. Andranno alle urne i cittadini elettori di Aragona, Bivona, Campobello di Licata, Casteltermini, Cattolica Eraclea, Comitini, Lampedusa e Linosa, Montallegro, Santa Margherita Belice, Sciacca e Villafranca Sicula. Alcuni sindaci sono pronti a ricandidarsi, altri hanno deciso di non ricandidarsi (come per esempio il sindaco di Montallegro Pietro Baglio), alcuni non si possono ricandidare essendo già al secondo mandato: come il sindaco di Bivona Giovanni Panepinto e quello di Casteltermini Nuccio Sapia.