Guerra di mafia italo-canadese, ecco tutte le vittime di Cattolica Eraclea e non solo

Ecco i principali eventi delittuosi della guerra di mafia italo-canadese presi in esame nel nuovo report 2017 della Fondazione Antonino Caponnetto a cura di Salvatore Calleri, Giuseppe Lumia, Simona Trombetta. Al centro del rapporto  “la guerra di mafia internazionale che vede protagonista in  Canada una famiglia mafiosa italo-canadese di primaria importanza, quella dei Rizzuto, provenienti da Cattolica Eraclea in provincia di Agrigento“.

Dall’antefatto storico si rileva che il periodo 1975-1985 ha visto il clan Rizzuto emergere come prima forza mafiosa in Canada a seguito della prima guerra di mafia che si scatenò con l’omicidio dei Violi e di Cotroni (ala calabrese della famiglia siciliana). Successivamente si è assistito all’indebolimento della 5a famiglia dei Bonanno da cui prendono il via gli stessi Rizzuto che crescono sino al punto di diventare una potente e autonoma realtà, la “sesta famiglia” mafiosa americana. Il clan Rizzuto si affaccia quindi agli anni 90 come forza criminale mafiosa ben presente sul territorio americano, dai caratteri moderni e in grado di intrattenere rapporti con il mondo intero, dall’Irlanda ai Marsigliesi sino ai potentissimi libanesi.  Più di recente si scatena però una guerra proprio contro di loro. La “seconda guerra ” di mafia appunto. Vediamone i principali momenti.

Periodo 20 gennaio 2004 – 6 ottobre 2012

20 gennaio 2004 – viene arrestato Vito Rizzuto, figlio di Nicolò e capofamiglia del clan. Ha creato quello che viene definito il “consortium” una sorta di consiglio tra mafie diverse.

21 agosto 2009 – viene ucciso Federico Del Peschio. Vittima da ritenersi affiliata ai Rizzuto.

28 dicembre 2009 – viene ucciso Nick Rizzuto Jr figlio di Vito Rizzuto allora in carcere e nipote del vecchio capofamiglia Nicolò Rizzuto. La foto della bara d’oro con cui verrà trasportata la salma farà il giro del mondo.

Maggio 2010 – scompare Paolo Renda, consigliere dei Rizzuto.

30 giugno 2010 – viene ucciso Agostino Cuntrera insieme al suo guardiaspalle Liborio Sciascia. Cuntrera è stato un esponente di peso tra i Caruana-Cuntrera di cosa nostra in Venezuela ed in Sicilia.

10 novembre 2010 – viene ucciso Nicolò Rizzuto. Il fondatore della sesta famiglia. Un cecchino professionista gli spara mentre è in casa. Questo omicidio rappresenta l’apice dello scontro in atto.

25 ottobre 2011 – viene ucciso Lorenzo Lo Presti, originario di Cattolica Eraclea considerato vicino ai Rizzuto.

24 novembre 2011 – viene trovato il cadavere di Salvatore Montagna 40enne referente della 5a famiglia dei Bonanno e originaria di Castellamare del Golfo. E’ stato ucciso per aver provato a riempire il vuoto di potere. Le bande di motociclisti ex alleate di Rizzuto sono considerate i responsabili. Montagna aveva probabilmente provato a ridimensionare Desjardins.

Marzo 2012 – viene ucciso Giuseppe Colapelle di Cattolica Eraclea e Steven Laporte figlio di un giornalista. Entrambi vicini ai Rizzuto.

17 luglio 2012 – viene ucciso Walter Ricardo Gutierrez,

10-13 agosto 2012 – vengono uccisi Dupuy Chenier, Paul Sever Lamartine, Riccardo Ruffolo. Non erano vicini ai Rizzuto.

6 ottobre 2012 – Esce dal carcere Vito Rizzuto. Vito Rizzuto è personaggio di assoluto spessore a cui tocca guidare la famiglia.

Periodo 12 ottobre 2012 – 23 dicembre 2013

20 ottobre 2012 – numerosi incendi vengono segnalati a Montreal. Colpiti, sembra, i non schierati con i Rizzuto.

6 novembre 2012 – viene ucciso Joseph Di Paulo vicino all’avversario dei Rizzuto Desjardins.

24 gennaio 2013 – viene ucciso Gaètan Gosselin vicino all’avversario dei Rizzuto Desjardins.
31 gennaio 2013 – viene ucciso Vincenzo Scuderi, anch’esso avversario dei Rizzuto.

8 maggio 2013 – l’operazione antimafia Argo rivela i rapporti esistenti tra i Rizzuto e cosa nostra di Bagheria.

8 maggio 2013 – Juan Ramon Fernandez e Fernando Pimentel vengono trovati i loro cadaveri nei dintorni di Palermo. Erano in affari con i clan di Bagheria. Probabilmente erano considerati dei traditori dai Rizzuto. Hanno pagato per non essersi opposti a Desjardins.
8 luglio 2013 – avvelenato in carcere Giuseppe De Vito. Avversario dei Rizzuto.

10 novembre 2013 – ad Acapulco in Messico viene ucciso da un killer il boss calabrese avversario dei Rizzuto Moreno Gallo. E’ l’anniversario della morte di Nicolò Rizzuto, il patriarca della famiglia.

18 dicembre 2013 – viene ucciso Roger Valiquette vicino all’avversario dei Rizzuto Desjardins.

23 dicembre 2013 – muore per cause naturali Vito Rizzuto in ospedale. I funerali fanno comprendere l’altissimo potere della famiglia Rizzuto.

Periodo 23 dicembre 2013 – oggi

22 gennaio 2014 – a Trento viene arrestato un soggetto vicino a Desjardins: Gino Di Paola.

6 giugno 2014 – a Toronto viene ucciso Carmine Verduci esponente di rilievo della ‘ndrangheta. Principali sospettati i Rizzuto anche se è possibile una faida interna al “Siderno group”. Di questo omicidio nel gennaio 2017 si è occupato in modo particolare in Italia il settimanale l’Espresso.

Aprile 2015 – scompare Jean Claude Raymond, presunto capo gang, sospettati i Rizzuto.

Agosto-settembre 2015 – cinque morti tra le gang di strada. Ignoti gli esecutori ed i mandanti. Probabile un contrasto tra gruppi.

19 novembre 2015 – Leonardo Rizzuto e Stefano Sollecito vengono arrestati durante un’operazione della polizia canadese.

10 dicembre 2015 – vengono lanciate molotov contro degli edifici collegati ai Rizzuto.

28 dicembre 2015 – Samy Bitton di Montreal viene condannato in Israele per un traffico di droga. Questa candanna dimostra che Montreal è in asse con il traffico di droga anche con Israele.

15 gennaio 2016 – viene data la notizia che un ex cecchino delle forze militari canadesi esponente dei grubbi di motociclisti è minacciato di morte da parte dei Rizzuto.

1° marzo 2016 – viene ucciso Lorenzo Giordano uscito da poco dal carcere.

11 maggio 2016 – operazione di polizia colpisce il clan Rizzuto con 15 arresti tra cui Liborio Cuntrera.

27 maggio 2016 – viene ucciso da killer professionista Rocco Sollecito esponente di rilevo della mafia montrealese. Su questo omicidio vengono fatte 2 ipotesi: eliminazione ordinata da parte degli avversari dei Rizzuto oppure eliminazione voluta dai Rizzuto perchè da alcuni anni i rapporti erano freddi.

30 giugno 2016 – spariscono i fratelli Giuseppe e Vincenzo Falduto. Uno dei due temeva di essere nel mirino delle gang di strada.

1 agosto 2016 – tentativo di assassinio nei confronti di Marco Pizzi accusato di essere un narcotrafficante. Di questo tentativo viene accusato Kevin Rochebrun che si presume essere legato a bande di strada.

15 ottobre 2016 – viene ucciso Vincenzo Spagnolo consigliere dei Rizzuto e persona di peso uscito da poco dal carcere. La sua presenza era ingombrante per diversi gruppi criminali.

19 dicembre 2016 – Raynald Desjardins viene condannato in primo grado a 14 anni per coinvolgimendo nell’omicio di Salvatore Montagna.

5 gennaio 2017 – attentato incendiario ad attività commerciale vicina ai Rizzuto.

9 gennaio 2017 – attentato incendiario ad attività commerciale vicina ai Rizzuto.

14 gennaio 2017 – viene ucciso un giovane di 28 anni Alì Awada il cui padre era stato ucciso nel 2012.

6 maggio 2017 – minacciata la famiglia di Francesco Del Balso, uomo considerato vicino ai Rizzuto.

16 agosto 2017 – viene ucciso Antonio De Blasio. Uomo di collegamento tra i clan e le bande di strada

30 ottobre 2017 – scompare Jacques Desjardins fratello di Raynald.

10 novembre 2017 – i figli di Lorenzo Violi rimangono coinvolti in un traffico di droga ed armi passante per Toronto. Lorenzo Violi era il boss ucciso dai Rizzuto per il controllo della famiglia negli anni 70.


Gli eventi delittuosi di cui sopra per i quali non è stato elencato il luogo sono stati commessi nella zona di Montreal, dove è in corso una crescita finanziaria ed immobiliare particolarmente consistente.

Censimento gruppi criminali presenti

Per poter analizzare compiutamente la situazione esistente è fondamentale censire i principali gruppi criminali e/o mafiosi presenti in Canada che in maniera diretta o indiretta hanno avuto in qualche modo a che fare con la guerra di mafia in corso.  Questi gruppi sono:

  • La sesta famiglia di cosa nostra americana che fa capo alla famiglia dei Rizzuto. Di tale famiglia fanno parte molti siciliani proveniente da Cattolica Eraclea ma non solo. Vi sono membri anche canadesi, stranieri, calabresi e di altre regioni italiane. Alleati della sesta famiglia sono il gruppo dei Caruana – Cuntrera che operano anche in Ontario.
  • la ‘ndrangheta, presente in special modo a Toronto, che è collegata con il c.d. Gruppo italiano di Siderno, in riferimento al clan dei Commisso. In questo momento i capitali criminali grazie alla cocaina sono nelle mani della ‘ndrangheta, che con la loro abilità di stare ai vertici nel traffico mondiale della cocaina, sono riusciti a radicare in Canada ben 14 locali di Ndrangheta.
  • Il gruppo criminale legato alle bande di motociclisti collegati a Raynald Desjardins un tempo alleato dei Rizzuto eppoi entrato in rotta di collisione. In questo momento risultano essere molto attivi a Montreal nell’occupare il vuoto di potere esistente.
  • Le gang di strada “blood e crips” che in Canada sono attive sul modello americano e che potrebbero essere coinvolte sia in modo attivo che passivo in alcuni passaggi di questa guerra di mafia. Esiste anche la possibilità che alcuni membri delle gang vengano usati direttamente nello scontro.

In Canada sono presenti anche altri gruppi criminali che al momento non paiono coinvolti in questa guerra.