22 Maggio 2024
Agrigento e ProvinciaCronaca

Calci e pugni alla fidanzata, arrestato dai carabinieri ad Agrigento

Calci e pugni alla compagna. Una trentenne che prima chiede «aiuto» ai carabinieri e poi, anche in via precauzionale, viene portata al pronto soccorso dell’ospedale «San Giovanni di Dio»di Agrigento. L’uomo – il presunto aggressore – poche ore dopo è stato arrestato, dai militari dell’Arma, per l’ipotesi di reato di maltrattamenti in famiglia. Come riporta il Giornale di Sicilia oggi in edicola, su disposizione del sostituto procuratore di turno, titolare del fascicolo d’inchiesta immediatamente aperto, il quarantaduenne è stato posto agli arresti domiciliari. È accaduto tutto durante la notte di domenica. Ad un certo punto, la donna si sarebbe presentata – stando alla ricostruzione ufficiale del comando provinciale dell’Arma di Agrigento – alla caserma dei carabinieri del Villaggio Mosè. Chiedeva “aiuto”, chiedeva di essere ascoltata. La donna pare che presentasse chiari segni di percosse e i militari dell’Arma, con tutte le cautele del caso, hanno avviato l’audizione. I militari dell’Arma dopo l’attività di ricostruzione e una breve attività investigativa sono riusciti a rintracciare e ad arrestare il quarantaduenne agrigentino disoccupato. Dovrà rispondere, adesso, dell’ipotesi di reato di maltrattamenti in famiglia.