Popolo dei capelli rossi a Favignana, l’8 giugno la prima edizione di “Red Head Sicily”

Rossi di tutto il mondo unitevi. Ma questa volta l’appello non è rivolto ai militanti di sinistra ma a chi ha i capelli di quel colore. L’appuntamento è all’isola di Favignana che ospiterà il prossimo 8 giugno la prima edizione di “Red Head Sicily”, il festival che mette insieme le persone coi capelli rossi naturali, organizzato dall’omonima associazione, col patrocinio del Comune e della Pro Loco Isole Egadi. “Una giornata di festa con musica, parata con street band, contest fotografici, occasione anche per parlare di pelli chiare e dei potenziali rischi derivati dall’esposizione al sole”, dice Max Firreri, uno dei promotori dell’evento. E spiega: “quello organizzato a Favignana è il primo raduno del Sud Italia, sugli esempi di altri Festival che già da anni si organizzano in Francia, Londra, Germania, Olanda, Dublino e a Milano”. La parola d’ordine sarà divertirsi tra musica, foto e buona cucina. Si inizia la mattina con l’inaugurazione in piazza Camparia del villaggio “Rossi a primavera”.
L’isola non è stata scelta a caso come location. La più grande dell’arcipelago delle Egadi è conosciuta nel mondo per le foto che ritraggono Cala Rossa, chiamata così perché si narra che il mare si colorò di rosso sangue durante la prima cruenta battaglia, avvenuta nel 241 a.C., che vide la vittoria dei Romani sui Cartaginesi. “Oggi le acque azzurre e cristalline di quei luoghi rappresentano l’immagine più bella e attraente dell’isola nel mondo. L’ulteriore elemento di assonanza con questa iniziativa è il tonno rosso del Mediterraneo, catturato fino a qualche anno fa durante la mattanza e che quest’anno si tornerà a pescare”, aggiunge Enrico Malato, carezzando la sua barba rossa. Già le adesioni sono centinaia. (ANSA)