Colpo alla mafia nel Messinese: 31 arresti, clan interessati al business delle gite in barca a Taormina

Duro colpo della Guardia di finanza di Catania contro il clan mafioso Cintorino, legato alla cosca Cappello e attivo nei territori di Calatabiano e nel Messinese tra Giardini Naxos e Taormina. I militari delle Fiamme gialle stanno eseguendo un’ordinanza cautelare nei confronti di 31 persone, 26 delle quali in carcere e 5 ai domiciliari. In manette sono finiti i vertici del gruppo mafioso. Le accuse nei confronti degli indagati sono, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsioni, usura trasferimento fraudolento di valori e narcotraffico. Contestualmente è in corso un sequestro di beni riconducibili al gruppo Cappello-Cintorino e alla cosca dei Santapaola-Ercolano per 1 milione di euro. I sigilli sono scattati per una società di noleggio di acquascooter, un bar con lido balneare di Giardini Naxos e una ditta edile. Tra i canali di approvvigionamento economico della “famiglia”, secondo quanto ricostruito dalla Dda di Catania, c’era il business delle escursioni turistiche con barche da diporto nel mare di Taormina. (askanews)