Migranti, Lega: due sbarchi a Lampedusa, porti sempre aperti

“Abbiamo appreso di un doppio sbarco a Lampedusa, 68 migranti partiti dalla Libia, ma di diverse nazionalita’, e altri 9 partiti dalla Tunisia, arrivati a distanza di poche ore. In altre parole, porti italiani chiusi sulla carta per l’emergenza sanitaria, ma in realta’ sempre aperti, e una situazione non piu’ gestibile”. Cosi’ Annalisa Tardino, europarlamentare della Lega, e Massimiliano Rosselli, Commissario provinciale Lega Agrigento, commentano gli sbarchi di oggi nell’isola delle Pelagie. “L’hotspot di Lampedusa – aggiungono – e’ oramai stracolmo, come gia’ denunciato dal Sindaco in occasione dell’arrivo di altri 100 migranti 3 giorni fa, e non vengono effettuati nemmeno i tamponi. E il Governo dinanzi a questa situazione cosa fa? Pubblica procedure per il servizio di noleggio di navi da adibire all’assistenza e alla sorveglianza sanitaria dei migranti alla ‘modica’ cifra di 1 milione e 200 mila euro! E pare che una nave verra’ posizionata dal Viminale proprio tra Lampedusa e Porto Empedocle. In sostanza – proseguono i due esponenti della Lega – un mega incentivo alle partenze e al business dell’immigrazione in formato nave da crociera, un altro segnale di accoglienza indiscriminata, proprio quando i dati del contagio da Coronavirus in Africa sono in aumento. “Vista la scelta del Governo fuori luogo e pericolosa per la salute di tutti – concludono Tardino e Rosselli- diventa piu’ che mai urgente un intervento dell’Europa, che come Lega abbiamo chiesto e rinnoviamo: vanno bloccate le partenze al largo della Libia”. (ANSA)