Migranti, sindaco di Lampedusa: nave quarantena o trasferimenti

“A Lampedusa ci sono piu’ emergenze: una che si chiama Coronavirus e una che si chiama migranti. Per questo abbiamo chiesto l’immediato intervento di una nave-quarantena nei pressi dell’isola. Ci sentiamo discriminati nei confronti di altre situazioni, non si capisce per quale motivo la nave viene messa davanti al porto di Palermo dove i migranti vengono portati con le motovedette, mentre a Lampedusa dove arrivano autonomamente devono restare in mezzo alla strada”. Lo afferma il sindaco di Lampedusa e Linosa Toto’ Martello che e’ in costante contatto con la Capitaneria di porto per monitorare approdi e trasferimenti dopo gli ultimi sbarchi sull’isola. “Per garantire la sicurezza dei migranti serve urgentemente una nave-quarantena nei pressi del molo Favarolo – incalza Martello – . Se la nave dovesse ancora ritardare, non capiamo per quale motivo le motovedette, che ci sono a Lampedusa o che stazionano vicino Lampedusa, non trasferiscono i migranti soccorsi direttamente sulla terraferma”. (ANSA).