Migranti, Tardino (Lega): ”Stop sbarchi non è battaglia ideologica”

“Sono orgogliosa del doppio flash mob della Lega, da Porto Empedocle e Lampedusa oramai martoriate, insieme a tutta la provincia di Agrigento, dalle politiche del Governo degli sbarchi, con oltre 600 arrivi nelle ultime 24 ore”. Lo ha detto Annalisa Tardino, europarlamentare della Lega e responsabile per le elezioni Amministrative in provincia di Agrigento. “Ringrazio – ha aggiunto – anche i senatori Candiani e Salvini per il loro intervento in diretta e tutti i militanti e amministratori di tutta la Sicilia, l’onorevole Pagano, giunti qui per manifestare la solidarieta’ e vicinanza della Lega a tutta la cittadinanza. Non si tratta di una battaglia ideologica, ma di una necessita’ per i nostri territori. Una sfida che porto in avanti in Europa, in vista della pubblicazione del nuovo patto su asilo e migrazione, per il quale chiediamo alla Commissione europea l’adozione di misure efficaci: un blocco navale nel Mediterraneo centrale e dei controlli, da svolgere prima che si arrivi in Europa, in base al paese di provenienza”. Per l’europarlamentare della Lega: “Cio’ farebbe venire meno l’incentivo alle partenze, e fermerebbe il business dei migranti, delle cooperative, dei grandi giri di affari costruiti su un chiaro traffico di esseri umani coperto dalle parole integrazione e inclusione, che non si fanno di certo in questo modo. E cio’ non lo dice la Lega, ma i fatti delle procure, che continuano con arresti per gravi crimini”.

“Noi intendiamo lavorare per difendere la salute dei cittadini, per sostenere il turismo e la pesca, fronti su cui facciamo grandi battaglie in Europa, che non si vincono se non si vince prima sul territorio. Noi della Lega facciamo politica non per tutelare gli interessi di pochi, ma per tutelare gli interessi dei cittadini, ed e’ cio’ che intendo fare, con il supporto di Massimiliano Rosselli, nostro commissario provinciale, anche in vista delle amministrative del prossimo autunno, ad Agrigento citta’ e nei comuni che andranno al voto. Sono molto fiduciosa, perche’ esiste gia’ una squadra compatta, e perche’ ci sono tante persone che vogliono metterci la faccia e lavorare per il bene di Agrigento. E sono certa che troveremo il miglior candidato, facendo una scelta la piu’ unitaria e adeguata possibile. Abbiamo anche le idee ben chiare per tutti i comuni in cui si andra’ al voto in provincia, e a breve renderemo pubblico il nostro progetto in via ufficiale. Intanto lavoriamo in maniera silente e umile, come costume della Lega” (ITALPRESS)