Mafia, Patronaggio: a Strasburgo non arrivato odore tritolo

“Il giudice di sorveglianza di Padova ha agito legittimamente, in linea con le indicazioni della Corte europea dei diritti dell’uomo e della stessa Corte Costituzionale, ma il problema vero e’ se siamo in grado di permetterci questo passaggio. La mafia continua a esercitare, e’ stato detto, una forma di condizionamento su tutta la nostra vita democratica. A Strasburgo la vedono diversamente, hanno una distanza maggiore… probabilmente l’odore del tritolo di Capaci non arriva fino a Strasburgo…”. Lo ha detto il procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, concludendo l’evento in ricordo di Rosario Livatino, in merito alla recente notizia del permesso premio concesso a Giuseppe Montanti, uno dei mandanti dell’omicidio. “Non basta la dissociazione, ma serve partecipare attivamente – ha proseguito – a un processo che porti alla sconfitta di Cosa nostra. Anche la Chiesa cattolica vuole un pentimento operoso, e se lo vuole la Chiesa penso che anche la nostra coscienza lo voglia”. (AGI)