Mafia, Servizi segreti: Cosa Nostra ha risentito azione di contrasto

“Sul piano organizzativo, Cosa nostra palermitana ha risentito delle difficolta’ di ripianare le posizioni di vertice rese vacanti dall’azione di contrasto, della mancata ricostituzione di un coordinamento unitario a livello provinciale e di talune tensioni interne”. E’ quanto spiegano i Servizi Segreti nella relazione annuale al Parlamento. La nostra Intelligence sottolinea pero’ che “i clan hanno mostrato persistente vitalita’, grazie alla loro capacita’ di adattarsi ai mutamenti di contesto e all’approccio pragmatico al “business” finalizzato al riciclaggio e alla creazione di imprese “pulite” da impiegare nella gestione manageriale degli interessi criminali, tanto in territorio siciliano quanto nei contesti di proiezione extra-regionale”. “Quanto alle famiglie della Sicilia orientale, l’azione intelligence ha evidenziato un particolare dinamismo – scrivono gli 007 – nel narcotraffico e nell’infiltrazione della filiera della raccolta agrumicola, anche secondo accordi interclanici di tipo spartitorio”. (AGI)