Mafia, 51 anni fa l’omicidio Di Piazza. Il sindaco di Palermo: ”Grande impegno nella caccia ai latitanti”

“Per la città di Palermo, ricordare la figura di Emanuele Piazza non è solo un atto dovuto ma un omaggio alla sua professionalità, al suo impegno e alla passione per il suo mestiere che lo ha reso parte attiva nella caccia ai latitanti. Il suo sacrificio si è consumato in un periodo storico in cui lo Stato mandava al massacro i propri uomini migliori e spesso copriva i latitanti o instaura con loro vergognose trattative”. Lo ha detto il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ricordando Emanuele Piazza, agente del Sisde impegnato nella caccia ai latitanti di mafia, ucciso da Cosa nostra 31 anni fa. “Oggi è importare quindi ricordare Emanuele e tutti gli altri agenti che come lui hanno dato la vita per migliorare il nostro Paese conservando i benefici della legalità e della libertà”, ha aggiunto Orlando. (Adnkronos)