Elezioni, Articolo 1: no ad alleanza con Cuffaro

“Registriamo con preoccupazione l’apertura fatta da Carmelo Miceli, nel dare la sua disponibilita’ a correre per la successione di Orlando, ad un’alleanza con Toto’ Cuffaro, che ha si’ scontato il suo debito con la giustizia, ma che – non scordiamocelo mai – rappresenta la peggiore politica siciliana, anche al netto delle collusioni con la mafia”. Lo dicono Pippo Zapulla e Mariella Maggio, rispettivamente segretario regionale e segretaria di Palermo di ArticoloUno. “E’ necessario convocare con estrema urgenza il tavolo regionale del centrosinistra. E’ un appuntamento non piu’ rinviabile. Uguale iniziativa va presa per le comunali di Palermo”, aggiungono. “Come ArticoloUno – sottolineano Zappulla e Maggio – rimaniamo convinti che solo una proposta radicale (nei valori, nei programmi e nelle persone) di un centrosinistra largo, aperto al protagonismo delle associazioni e dei movimenti civici, sara’ possibile sconfiggere la destra siciliana. Il risultato delle ultime amministrative, soprattutto delle grandi citta’, dimostra che si vince e si avanza dove e’ chiara la competizione, dove sono evidenti i valori e le visioni delle citta’ che stanno in campo”.Secondo il segretario regionale e segretaria di Palermo di ArticoloUno: “Siamo tra quanti con piu’ convinzione hanno lavorato per costruire il campo largo del centrosinistra siciliano, ma non e’ pensabile un campo indistinto, senza confini politici ed etici. In quel modo si lavorerebbe a distruggere e non a costruire qualcosa di nuovo e utile per la Sicilia. “. (ANSA)