Mafia, truffa falsi braccianti: tre arresti nel Catanese

La Polizia di Catania ha eseguito, su delega della Dda della Procura etnea, un’ordinanza cautelare nei confronti di 12 persone accusate, a vario titolo, di associazione mafiosa, associazione per delinquere con l’aggravante di aver favorito un clan mafioso finalizzata alle truffe aggravate ai danni dello Stato e ai falsi ideologici, truffe e falsi. In particolare, sono stati arrestati e condotti in carcere tre degli indagati indiziati di essere associati al clan mafioso Santangelo-Taccuni, operante prevalentemente ad Adrano e costituente un’articolazione territoriale della cosca Santapaola-Ercolano. Il presunto sodalizio criminale, come emerso dalle indagini della Squadra Mobile di Catania e del Commissariato di Adrano, era dedito secondo le accuse ad organizzare, mediante falsa documentazione, truffe ai danni dell’Inps per fare conseguire benefici ed indennita’ a numerosissimi soggetti che, contrariamente al vero, venivano fatti risultare braccianti agricoli. I particolari dell’operazione verranno resi noti durante una conferenza stampa che si terra’ alle 11 nella sala riunioni del X Reparto mobile di Catania. (ANSA)