Esplosione a Ravanusa: urla dei soccorritori per cercare dispersi

A Ravanusa sul luogo dell’esplosione di un tubo del metanodotto cittadino che ha provocato il crollo di diverse palazzine, oltre ai vigili del fuoco di Palermo, stanno arrivando squadre Usar (ricerca sotto le macerie) da Messina e Catania. I dispersi tra cui tre bambini e una donna incinta, sarebbero 12. I soccorritori gridano, cercandoli. Al momento, non risponde nessuno e le speranze di trovarli vivi iniziano a vacillare. (ANSA).