Meteo: nubi e piogge fino a martedì, migliora da mercoledì

Il flusso di correnti occidentali moderatamente perturbate che interessa le regioni centro-settentrionali italiane si muove verso sud. Ecco le previsioni dell’Aeronautica militare. Fino alle 6 di domani sull’Italia si prevede al nord: molto nuvoloso o coperto con precipitazioni diffuse sul Liguria, Piemonte, Emilia-Romagna, lungo le aree di confine con Lombardia e Veneto e sul Friuli Venezia-Giulia; dalla sera generale e rapida attenuazione della nuvolosita’ e fenomeni su Piemonte e Liguria con schiarite, mentre le precipitazioni si sposteranno verso levante attenuandosi tra la notte ed il mattino di domani. Centro e Sardegna: molto nuvoloso con precipitazioni sparse su Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna occidentale, mentre lungo le regioni adriatiche risulteranno deboli ed occasionali. Sud e Sicilia: parzialmente nuvoloso con addensamenti compatti sulla Campania e Puglia settentrionale con precipitazioni che si estenderanno nel corso della sera alle restanti aree della Puglia, Basilicata e Calabria settentrionale; sereno o velato per nubi poco significative sulle restanti aree ma con nuvolosita’ in intensificazione a fine giornata.

Domani, 26 dicembre: estese e spesse velature sulle aree alpine e prealpine mentre sulle rimanenti zone ritroveremo della nuvolosita’ bassa, prevalentemente compatta, con piogge e locali rovesci su levante ligure, Emilia-romagna, pianure lombarda e veneta, nonche’ lungo le aree costiere friulane; dalla serata attesa una generale attenuazione dei fenomeni. Centro e Sardegna: cielo molto nuvoloso o coperto su tutte le regioni con rovesci e locali temporali, localmente anche di forte intensita’ su Toscana, Marche, Umbria e Lazio; dalle ore serali atteso un parziale assorbimento dei fenomeni su Sardegna, Toscana ed alto Lazio. Sud e Sicilia: copertura sempre piu’ diffusa, anche compatta su Molise, Campania, Puglia settentrionale e Basilicata tirrenica, dove sara’ associata a piogge e locali temporali, anche intensi sul settore campano; dalla serata peggiora anche sulle altre zone del meridione, con fenomeni in estensione anche alle restanti aree di Puglia e Basilicata, nonche’ ai settori settentrionali di Calabria e Sicilia. Tempo previsto sull’italia per dopodomani, lunedi’ 27 dicembre, e per i successivi quattro giorni. Lunedi’, al nord: ampi spazi di cielo sereno seguiti da estese e spesse velature sulle aree alpine e prealpine del Triveneto; molte nubi sul restante settentrione con deboli precipitazioni sulle regioni occidentali, in estensione dal pomeriggio a Lombardia ed Emilia-Romagna; quota neve sulle aree alpine occidentali oltre i 1000-1200 metri. Dalla sera attesa una attenuazione dei fenomeni con parziali aperture su Piemonte e Ponente ligure. Centro e Sardegna: cielo molto nuvoloso su tutte le regioni con deboli piogge mattutine su quelle tirreniche, Sardegna compresa; seguira’ un graduale peggioramento con fenomeni piu’ diffusi e anche a carattere di rovescio su Sardegna e Toscana, in estensione serale anche ad Umbria, Lazio ed Abruzzo. Sud e Sicilia: molte nubi compatte su gran parte del meridione con associati rovesci, anche temporaleschi in mattinata su Campania, Basilicata e Calabria tirreniche, nonche’ sulla Sicilia settentrionale; i fenomeni si attenueranno in parte durante le ore pomeridiane, per poi intensificarsi nuovamente da fine giornata sulle regioni tirreniche e sull’isola.

Martedi’: velature sulle aree alpine e prealpine e molte nubi sul resto del nord, ma in un contesto asciutto; ampie schiarite sul Lazio e persistenza di annuvolamenti estesi sul restante centro-sud con precipitazioni sparse sulle regioni meridionali, piu” frequenti e concentrate sui settori tirrenici di Basilicata, Calabria e Sicilia. Mercoledi’: generale miglioramento seppur con estesa copertura bassa e stratiforme attesa al nord, su parte del centro e sulle regioni meridionali tirreniche con residui deboli precipitazioni su bassa Calabria tirrenica e Sicilia settentrionale; molte nubi compatte invece sulla catena alpina, interessata dal transito di un disturbo atmosferico responsabile di diffusi fenomeni nevosi sulle aree confinali. Giovedi’: residui piovaschi sulla Calabria meridionale e condizioni sempre piu’ stabili sul resto d’Italia con cielo poco nuvoloso o velato e formazioni di nebbie estese sulle pianure settentrionali. Nella giornata di venerdi’ stabile e soleggiato, salvo persistenza delle nebbie sulle zone pianeggianti del nord ed estesa copertura bassa e stratiforme su regioni tirreniche e coste centrali adriatiche.(AGI)