Mafia, comune di Canicattì e associazioni parti civili nel processo Xydi

Sono state tutte accolte le richieste di costituzione di parte civile nel processo Xydi scaturito dall’operazione antimafia ed anti estorsione del 2 febbraio scorso tra Agrigento, Caltanissetta, Trapani e Palermo. Tra le parti civile il Comune di Canicatti’, il centro studi Pio La Torre e l’associazione “Amici del Giudice Rosario Angelo Livatino Onlus” assistiti dagli avvocati Ettore Barcellona, Francesco Cutraro e Zelia Dionisio; l’associazione “Antonino Caponnetto” assistita dallo studio dell’avvocato Alfredo Galasso; la Cgil di Agrigento assistita dall’avvocato Maria Carmela Infurna; l’associazione antiracket ed antiusura “Solidaria Onlus” e “S.O.S. Impresa Sicilia” assistite dagli avvocati Maria Luisa Martorana e Fausto Maria Amato. L’operazione disvelo’ un sistematico intreccio tra le diverse famiglie mafiose di “cosa nostra” e “stidda” per il controllo delle attivita’ commerciali in agricoltura e relativi compensi di intermediazione. (ANSA)