Investì e uccise migrante a Siculiana, imputato patteggia pena

Il gup del tribunale di Agrigento, Micaela Raimondo, ha ratificato il patteggiamento – 2 anni di reclusione con la sospensione della pena – concordato fra i difensori: gli avvocati Luigi Troja e Giacomo La Russa e il pubblico ministero Chiara Bisso a carico di Alfonso Cumella, 34 anni, imprenditore di Realmonte, accusato di avere investito e ucciso con la sua auto il migrante eritreo Sied Anwar, 20 anni, travolto nella notte fra il 3 e il 4 settembre del 2020 dopo essere fuggito dal centro migranti di Villa Sikania a Siculiana. Cumella era accusato di omicidio stradale con l’aggravante della fuga e lesioni colpose. (ANSA)