Testa di cinghiale davanti villa di assessore comunale a Licata

Una testa di cinghiale e’ stata lasciata davanti il cancello della casa di campagna, in contrada Scafarello, all’assessore comunale di Licata (Agrigento) Calogero Scrimali di 61 anni, nominato nel settembre del 2020 dal sindaco Pino Galanti che gli ha attribuito le deleghe al Personale e Servizi sociali. Dell’attivita’ investigativa si stanno occupando i carabinieri della compagnia di Licata. L’intimidazione giunge dopo quella al sindaco di Montevago (Ag), Margherita La Rocca Ruvolo. (ANSA)