Omicidio a Palermo, ventenne confessa: la vittima non voleva che stesse con la figlia

La Procura di Palermo ha emesso un provvedimento di fermo per il giovane Alessandro Sammarco di 20 anni, l’assassino reo confesso di avere ucciso ieri sera Natale Caravello di 46 anni. Il ragazzo, che nella notte si è presentato alla caserma ‘Carini’ dei Carabinieri, ha raccontato agli investigatori della Squadra mobile, che indagano sul delitto, di avere ucciso Caravello perché la vittima non voleva che il giovane stesse con la figlia neppure ventenne. Alessandro Sammarco avrebbe sparato diversi colpiti di pistola alla testa di Caravello che è morto sul colpo, mentre era in scooter a Brancaccio. (Adnkronos)