Rifiuti, sequestrata discarica a Realmonte: trovate lastre di amianto per 1,5 tonnellate

I militari del nucleo di Polizia giudiziaria della Guardia costiera di Porto Empedocle hanno sequestrato un’area in contrada Vallonforte a Realmonte, in cui erano accatastati rifiuti speciali, pericolosi e non pericolosi, tra i quali anche un ingente quantitativo di materiali contenenti amianto. Le indagini sono scattate l’anno scorso. In una zona di circa 500 metri utilizzata da una ditta edile i militari hanno trovato cumuli di rifiuti abbandonati ed esposti alle intemperie. In particolare, sono stati scoperti scarti di lavorazione edile, plastiche, metalli, bitume per un totale di circa 10 tonnellate e, soprattutto, cataste di lastre, frammentate ed integre, in fibrocemento, contenenti amianto, per circa 1,5 tonnellate.  “Alcune di queste lastre erano ammassate alla rinfusa in più punti del fondo agricolo – hanno spiegato gli investigatori – altre invece costituivano il tetto, in parte danneggiato, di un edificio abbandonato, non censito al catasto edilizio urbano”. L’ingente quantità di rifiuti contenenti amianto ha reso necessario l’intervento di personale specializzato dell’Arpa, che ha provveduto a una prima classificazione merceologica, per la valutazione dei successivi interventi di bonifica. Nel corso delle operazioni sono stati censiti anche tre fabbricati di verosimile realizzazione abusiva. L’attività si è conclusa con il sequestro dell’area, dei fabbricati e di tutti i rifiuti trovati.