Inaugurata nuova sala consiliare a Siculiana, in mostra le opere dell’artista Rosario Bruno (VIDEO)

È stata inaugurata oggi pomeriggio, alla presenza dell’assessore regionale per le Autonomie locali Marco Zambuto, la nuova sala consiliare del comune di Siculiana. Ad impreziosire l’aula del consesso civico, intitolata all’ex consigliere comunale Antonino Consolo scomparso prematuramente anni fa, quattro opere dell’artista Rosario Bruno al quale oggi è stata conferita la “cittadinanza benemerita”. “L’aula del consiglio comunale – ha detto l’assessore Marco Zambuto – rappresenta per ogni comune lo spazio di democrazia, è il luogo per eccellenza più rappresentativo delle città e delle comunità. Oggi questo è un momento di festa per una comunità intera. La Regione Siciliana è presente per riconoscere questo e condividere insieme questo momento con la comunità di Siculiana”.

“E’ stato davvero un momento emozionante, non è stata – ha detto il sindaco Peppe Zambito – soltanto una semplice inaugurazione di un’aula consiliare, è stata anche l’occasione per ricordare, per la memoria di questo territorio, attraverso la famiglia Consolo, perché quest’aula consiliare è intitolata all’ingegnere Antonino Consolo, già consigliere comunale. E’ stato emozionante perché oggi finalmente abbiamo riconosciuto al maestro Rosario Bruno il valore culturale che lui rappresenta per questa comunità con il conferimento della cittadinanza benemerita. E’ stato un momento importante anche perché abbiamo avuto la possibilità di avere qui, tutti insieme, gli ex sindaci e gli ex presidenti del consiglio comunale di Siculiana, appunto per rappresentare che il luogo della democrazia, com’è una sala consiliare, appartiene a tutti, al di là delle posizioni politiche”.

“Quello di oggi – ha detto la capogruppo consiliare della minoranza, Vita Maria Mazza – è un momento importante perché sicuramente l’inaugurazione di nuovi spazi pubblici, cosi come per esempio anche l’inaugurazione di un nuovo parco giochi, di una villetta o di uno spazio destinato all’arte, rappresenta un momento di ricongiungimento della comunità. E l’aula consiliare rappresenta il luogo in cui si fanno le scelte politiche più importanti per per il nostro paese. Oggi la comunità è riunita, anche perché la nuova sede istituzionale all’interno del palazzo municipale non rappresenta altro che questa voglia di avvicinare la politica alla collettività”.