“Nel bunker del diavolo”, il nuovo libro di Andrea Ferrara liberamente ispirato all’omicidio del sindacalista Paolo Bongiorno

“Nel bunker del diavolo”, è questo il titolo del nuovo libro di Andrea Ferrara “liberamente ispirato all’omicidio del sindacalista Paolo Bongiorno”, di Cattolica Eraclea, ucciso dalla mafia a Lucca Sicula il 27 settembre del 1960. Il romanzo, già in libreria e in vendita online, è stata pubblicato da Edizioni Efesto. La sinossi: “La squadra del vice questore aggiunto Prati fa partire le indagini dopo una rapina cruenta finita male. Gli sviluppi portano i poliziotti a cercare nell’hinterland romano i malviventi che intanto continuano con le loro attività criminose partendo da una base solida: un bunker. Un intreccio tra vita personale e lavoro dà una scossa importante al protagonista. Riuscirà emotivamente a gestire il tutto? Un libro liberamente ispirato all’omicidio del sindacalista Paolo Bongiorno”. L’autore, Andrea Ferrara, romano, classe 1974, sin da piccolo è attirato dalla scrittura e dalla lettura di testi di avventura. Imparando a suonare la chitarra comincia a scrivere testi per le sue canzoni e spesso si cimenta in poesie e sceneggiature per teatro, fino ad arrivare alle prime scritture di libri e racconti. Le esperienze avute nell’ambito del suo lavoro, è un operatore della Polizia Scientifica, incrementano la sua fantasia che trascrive nei suoi manoscritti.