Evasione fiscale, sequestrati beni per 100mila euro a imprenditore di Licata

Su richiesta del Procuratore aggiunto dì Agrigento Salvatore Vella è stato disposto dal Gip Raimondo il sequestro preventivo del valore di oltre 100.000 euro ad un imprenditore di Licata rinviato a giudizio per evasione fiscale della ditta Lanzone Angelo. La Tenenza della Guardia di Finanza di Licata, agli ordini del Capitano Gionbetti, che aveva svolto le indagini , ha congelato i conti e le carte dell’imputato, recuperando parte delle somme. La prima udienza del processo è fissata per il 14 settembre prossima dinanzi al Tribunale di Agrigento. (Adnkronos)