Sicilia, Fava: ”Non candidare familiari vittime mafia? Volgare”

“Sono rimasto addolorato da una affermazione che ieri ho colto nell’intervista di un dirigente politico che diceva che non e’ piu’ tempo di candidare i familiari delle vittime di mafia. Considero questa affermazione volgare nel suo senso profondo, non so se fosse rivolta al sottoscritto o a Caterina Chinnici a cui ho gia’ espresso la mia solidarieta’. Ma l’idea che ancora qualcuno coltiva che i familiari delle vittime di mafia siano una sorta di sottospecie zoologica da trattare come tale, come se portassero addosso la lettera scarlatta, lo considero un pensiero regressivo, offensivo e violento da quale intendo distaccarmi”. Lo dice Claudio Fava all’Ars riferendosi alle dichiarazioni del segretario provinciale del Pd palermitano, Rosario Filoramo, che ieri in una intervista aveva detto “non e’ piu’ il tempo per candidare i parenti delle vittime di mafia”. Anche il segretario regionale del Pd, Anthony Barbagallo, a margine della conferenza stampa sulle primarie di coalizione delle forze progressiste, ha detto a proposito delle dichiarazioni di Filoramo, che “la parola e il tono dell’Intervista tradiscono il pensiero unitario e condiviso che e’ emerso tra tutti gli organismi e gli altri segretari di federazione”. (ANSA)