Riciclaggio, Dia sequestra beni per 750mila euro a imprenditrice di Favara

Un sequestro preventivo di beni per un valore complessivo di 750mila euro, finalizzato alla confisca per equivalente, nei confronti di una imprenditrice agrigentina che opera nel settore dell’assistenza agli anziani e disabili, è stato eseguito dalla Dia. La donna è indagata dalla Procura diretta da Salvatore Vella e dal pm Gloria Andreoli, per i reati di appropriazione indebita ed auto riciclaggio. L’attività degli investigatori della Dia attraverso l’analisi di scritture contabili, libri sociali, movimentazione di rapporti finanziari e altro materiale documentale, ha permesso, sostanzialmente, di ricostruire il modus operandi dei soggetti coinvolti accertando come siano riusciti nel tempo a reimpiegare il denaro provento dell’attività illecita scaturita dalla gestione di una società cooperativa Onlus. Il provvedimento di sequestro riguarda 10 immobili e due conti correnti bancari. I particolari verranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si svolgerà questa mattina presso gli uffici della Procura di Agrigento alle 11. (ANSA)