Manovra, Conte: farà felici solo evasori e corrotti

“Manovra pavida, senza coraggio, che apre una guerra senza scrupoli ai poveri e agli ultimi. Anche per questo non mi pento di aver usato toni duri a difesa del Reddito in campagna elettorale: se non avessimo alzato la voce, già con l’inizio del nuovo anno Meloni lo avrebbe cancellato”. Così in una intervista al Corriere della Sera il leader del M5s Giuseppe Conte che afferma anche: “L’austerity meloniana farà felici solo evasori e corrotti”. “Questa manovra – aggiunge – precipiterà il Paese nella recessione e aumenterà le ingiustizie sociali. Siamo pronti a ricorrere anche alla piazza. L’importante però è che ci sia un percorso quotidiano, anche nei territori, che porti a costruire un’ampia coalizione sociale e politica, con la società civile, l’associazionismo e le forze sociali del Paese”. Rispetto alla ‘piazza’ del Pd Conte commenta: “Non esiste una sfida tra piazze e non ci interessa la ‘paternità politica’ di una mobilitazione. Noi siamo aperti a una partecipazione ampia con tutte quelle forze che condivideranno le nostre forti preoccupazioni contro questa manovra indecente. Le manifestazioni violente vanno scongiurate e soprattutto stigmatizzate. Però la miccia della tensione sociale la sta accendendo questo governo: l’unica violenza che si vede oggi è nell’attacco del governo verso gli ultimi”. Il M5S in Ue si è astenuto su una risoluzione anti-Russia. “La condotta di Putin l’abbiamo condannata senza se e senza ma. Oggi i nostri sforzi sono protesi a costruire un vero percorso diplomatico. Definire la Russia uno Stato terrorista allontana le parti in causa e non aiuta a ricomporre il dialogo». (ANSA)