Arresto Messina Denaro, Iacono (Pd): “Fatta giustizia delle vittime innocenti”

“Trent’anni fa, il 15 gennaio del 1993, finiva in manette Totò Riina. Viveva in una villetta “protetta” in centro a Palermo. Da quel giorno iniziava la latitanza di Matteo Messina Denaro, arrestato oggi in una clinica del capoluogo siciliano. L’ultimo boss di una generazione mafiosa che ha le mani sporche del sangue di servitori dello Stato e di vittime innocenti, tra cui il piccolo Giuseppe Di Matteo. Questo arresto, giunto grazie al lavoro prezioso del Ros e della Procura di Palermo, non può che essere dedicato a loro e ai siciliani onesti e laboriosi”. Lo dichiara in una nota la deputata del Partito Democratico Giovanna Iacono.